Sul bere dall’idrante

Sempre a proposito del giornalismo partecipativo, mi sembra molto interessante l’opinione di Marco:

…quando il filtro cade completamente, quando chiunque manda in onda grazie ad internet qualunque cosa, senza questo filtro che non è ovviamente censura, mi vergogno perfino a dirlo a voi esseri senzienti che leggete, ma è rispetto di aspetti tecnici, legali, etici, allora entriamo in una fase che non prelude a un miglioramento del giornalismo, anzi.

Il videoamatore che si trova là dove un fatto improvvisamente avviene, e dove una penna o una telecamera non possono essere, è una fortuna; il “giornalista” dilettante che intorno a quell’immagine costruisce un commento, un’interpretazione, e mette in onda il tutto può fare seri danni alla credibilità generale del sistema. Continua a leggere