Il nuovo approccio di Vodafone al traffico dati in mobilità. (Aka le nuove tariffe dati Vodafone)

Se sei interessato alle nuove tariffe, salta il pippone e vai subito al sodo.

Ieri pomeriggio Vodafone mi ha invitato a un incontro dal titolo: “Internet in mobilità, scenari tecnologici ed esigenze dei consumatori”. Ci sono stati forniti un po’ di dati dei quali avevo una conoscenza di massima, che esplicitati in modo più formale e puntuale hanno contribuito non poco a chiarire il quadro che mi sono fatto sugli scenari di accesso ad internet in mobilità.

L’evoluzione del mercato e l’aumento delle esigenze degli utenti non è sostenibile sul lungo termine: negli ultimi 3 anni il traffico dati è aumentato 11 volte ma i relativi ricavi si sono solo triplicati: rispetto al 2007 il ricavo per megabyte è diminuito del 75% e la redditività degli investimenti è scesa ad ¼. Continua a leggere

Tariffe dati per navigare con i dispositivi mobili, confronto rapido e non esaustivo

Nel corso degli ultimi mesi ho avuto modo di provare diversi piani dati dei principali operatori. Assodato che i siti istituzionali sembra facciano una gara a chi nasconde meglio le informazioni, faccio un riepilogo che spero possa servire anche a altri.

Lo scenario è un cellulare UMTS di ultima generazione e/o un iPhone che necessiti di un piano dati per la connettività che non faccia lievitare i costi e mi faccia dormire la notte senza timore di sforare; lo voglio ricaricabile e che non impegni me, mia figlia e le generazioni future a pagare un servizio a costo fisso. Desidero che si rinnovi automaticamente ma che sia disattivabile in qualunque momento; non voglio nulla in comodato d’uso. Il traffico stimato è nell’ordine delle pochissime decine di megabyte al giorno, visto che i palmari sono fortunatamente parchi. Continua a leggere