La signora in bianco

Disclaimer: roba personale che non interessa a nessuno, ma se lo scrivo mi sento meglio.

Diversamente a quello che si potrebbe pensare, non ho una concezione particolarmente animistica degli oggetti dei quali mi circondo: i miei computer hanno nomi qualunque, di solito non mi affeziono alle cose e quando mi capita di sostituire qualcosa non ho grandi trasporti emotivi o affettivi. Nella mia vita ho avuto tre auto, un motorino, tre Vespe, due moto e uno scooter; tra tutti devo dire che l’unica che mi ha dato un qualche dispiacere al momento della sostituzione o dipartita è stata lei. L’avevo cercata e trovata nell’estate del 2004; scovata in un paesino del modenese, semiabbandonata davanti alla casa del signor Adelmo. Già all’epoca era una signora attempata, quest’anno ha compiuto 20 anni di carriera. A causa di quell’indicatore di temperatura che non mi decidevo mai a far riparare, non mi sono accorto della perdita di un manicotto del circuito del liquido di raffreddamento. Risultato: guarnizione della testata “bruciata”; in più avrei dovuto spendere 700 euro solo per sapere se ne sarebbero serviti altri 2000 per la riparazione. Quando qualcuno si è offerto di acquistarla così com’era, la ragione ha avuto il sopravvento e l’ho ceduta. Continua a leggere