VPN L2TP per iPhone e iPad

Solito post segnalibro per non dimenticarmi le cose.

I parametri corretti per impostare una VPN per iPhone e/o iPad lato server sono:

Fase 1:

Encryption: 3DES

Autentication: SHA1

Fase 2:

Protocol: ESP

Encryption: AES-128

Autentication: SHA1

Naturalmente servono anche il servizio L2TP abilitato e un utente VPN con le corrette autorizzazioni.

Lato iPhone / iPad la configurazione va inserita in Settings –>General –> Network –> Add VPN Configuration…

Description: un campo mnemonico da compilare a piacimento; Continua a leggere

Semplice VPN client-server con OpenVPN

Ricetta quick’n dirty per creare una VPN tra un client remoto ed un server, entrambi con sistema operativo Windows. Destinata a cuochi mediamente abili. Versione routed(*).

Ingredienti:

  • Un host che faccia da server, con IP privato statico (es: 192.168.1.2/24), collegato ad internet, acceso 24/7 e a cui il router inoltri almeno una porta TCP(**) (Es: TCP/11900). Windows 2000 o successivi, non necessariamente Server.
  • Un client con connessione ad internet con IP privato di classe diversa dal server (es: 192.168.254.0/24).
  • OpenVPN.

Esecuzione:

  • Generare una chiave simmetrica key.txt tramite l’apposita utility e copiarla nelle cartelle “config” di OpenVPN di entrambi gli host.
  • Scegliere una terza subnet diversa da entrambe le subnet degli host coinvolti. Es: 172.30.0.0/16.
  • Aggiungere sul default gateway (tipicamente il router) della rete del server una rotta statica che inoltri tutto il traffico destinato alla rete 172.30.0.0/16 verso l’IP privato del server (192.168.1.2).
  • Registrarsi su DynDNS e creare un hostname per il server (es: mioserver.dnsalias.net).
  • Installare sul server il client DynDNS (versione per 200x Server in fondo alla pagina) e configurarlo per usare l’hostname appena creato. Accertarsi che il relativo servizio parta automaticamente.
  • Installare OpenVPN su entrambi gli host, e inserire nelle cartelle “config” di OpenVPN i ripettivi file di configurazione, con estensione .ovpn.

File: client.ovpn
remote mioserver.dnsalias.net
dev tap
proto tcp-client
rport 11900
ifconfig 172.30.1.2 255.255.0.0
route 192.168.2.0 255.255.255.0 172.30.1.1
secret key.txt
verb 3

File: server.ovpn
dev tap
proto tcp-server
lport 11900
ifconfig 172.30.1.1 255.255.0.0
secret key.txt
verb 3

  • Sul server avviare il servizio “OpenVPN Server” e impostarne l’avvio automatico.
  • Sul client, collegato ad internet con una connessione internet diversa dal server,  eseguire “OpenVPN GUI” in modalità amministratore, cliccare col tasto destro sull’icona nella systray e scegliere “connect”.
  • Effettuare dei test di connettività. In caso di problemi, i log di OpenVPN sono molto esplicativi già a verb 3.

Guarnire con quanta più banda possibile e servire con due righe di istruzioni per l’utente. Continua a leggere

JPerf, un frontend per Iperf

Iperf èjperf-2.0.2 uno strumento per misurare l’ampiezza di banda di cui avevo già accennato qui. Il sito originale nel frattempo è sparito ma si trovano parecchi tutorial, dei quali vi segnalo questo. Per fortuna il progetto non è stato del tutto abbandonato e sebbene il codice originale sia sempre lo stesso, Google Code ospita JPerf.

Si tratta di un frontend grafico pensato per semplificare l’utilizzo di Iperf e aggiungere dei grafici abbastanza gradevoli. Permette di salvare risultati e configurazione mentre per i grafici ci si deve arrangiare con uno screenshot, almeno al momento. Si basa su Java ed è quindi multipiattaforma. Continua a leggere

Impostazioni ADSL Telecom e indirizzi IP

Ritorno sulle impostazioni e parametri delle connessioni ADSL Telecom di tipo business per puntualizzare alcune cose.

I parametri della linea sono: VPI e VCI rispettivamente 8 e 35, encapsulation LLC, QoS UBR, protocollo RFC1483 routed. Per questo tipo di linea vengono forniti in genere almeno quattro IP fissi, ed il foglio che lascia l’omino Telecom contiene due classi di indirizzi chiamati IP LAN e IP punto-punto (o IP WAN).

Se avete un router di proprietà, ecco come impostarlo.

Intanto fatevi un’idea di come sono fatte le classi di indirizzi; nessuno fa i conti a mano, utilizzate l’ottimo Online IP calculator. Continua a leggere

Iperf, un tool per misurare la banda

Iperf è uno strumento per misurare l’ampiezza di banda su TCP, abbastanza flessibile, open source e disponibile per diversi sistemi operativi.

Ecco le caratteristiche:

  • TCP
    • Measure bandwidth
    • Report MSS/MTU size and observed read sizes.
    • Support for TCP window size via socket buffers.
    • Multi-threaded if pthreads or Win32 threads are available. Client and server can have multiple simultaneous connections.
    UDP
    • Client can create UDP streams of specified bandwidth.
    • Measure packet loss
    • Measure delay jitter
    • Multicast capable
    • Multi-threaded if pthreads are available. Client and server can have multiple simultaneous connections. (This doesn’t work in Windows.)
    Where appropriate, options can be specified with K (kilo-) and M (mega-) suffices. So 128K instead of 131072 bytes. Can run for specified time, rather than a set amount of data to transfer. Picks the best units for the size of data being reported. Server handles multiple connections, rather than quitting after a single test. Print periodic, intermediate bandwidth, jitter, and loss reports at specified intervals. Run the server as a daemon. Run the server as a Windows NT Service Use representative streams to test out how link layer compression affects your achievable bandwidth. A library of useful functions and C++ classes.

    Permette di controllare l’effetto della variazione di diversi parametri tipo la TCP windows size o l’MTU, supporta IPV6 e ha diverse opzioni per girare come demone o servizio.

    Senza scendere in usi troppo esoterici è utile per controllare la banda a disposizione tra due siti connessi via WAN e/o VPN. L’uso più semplice è lanciare Continua a leggere