Asus WL-330NUL

Asus-WL-330NUL

Smartphone, tablet, notebook, fotocamere, orologi, gadget. Sempre più oggetti sono in grado e hanno bisogno di connettersi alla rete; il Wi-Fi è una tecnologia matura, stabile, economica, ubiqua e che scala (abbastanza) bene.  Le necessità, specie in viaggio, sono le più disparate e a volte si presentano delle situazioni difficili da prevedere. In questi frangenti avere un dispositivo flessibile e versatile come questo piccolo router di Asus potrebbe risolvere diversi problemi.

L’oggetto ha le dimensioni di un piccolo accendino e pesa meno di 20 grammi. Dentro ha tre cose: una interfaccia USB, una porta ethernet e un chip Wi-Fi. La cosa divertente è che i tre elementi possono essere “combinati” tra di loro in qualsiasi modo possa servire, ma andiamo con ordine. I dati tecnici dell’oggetto si trovano sul sito Asus. Continua a leggere

Sitecom wireless gigabit router 300N con Sitecom Cloud Security

Grazie a Barbara di Sitecom ho avuto modo di provare per qualche tempo il router wireless 300N . Come al solito, tutte le info tecniche dettagliate si trovano sulla pagina di riferimento.  Alcune delle caratteristiche salienti sono la presenza di uno switch gigabit a 4 porte, le tre antenne interne e le dimensioni contenute dell’oggetto. La configurazione è molto semplice anche per i non addetti e la password non è un default sempre uguale per ciascun modello, ma è sufficientemente complessa ed è scritta su un adesivo posto all’interno della confezione. Naturalmente le impostazioni di fabbrica prevedono lo standard WPA2. Il protocollo wireless è il classico 802.11b/g/n a 2.4 GHz, che raggiunge la velocità di targa di 300 Mbps con un adattatore compatibile. L’interfaccia è la solita in tristobeige di Sitecom con tutte le funzioni che ci si aspetta da un apparecchio del genere, sia in termini di configurazione che di flessibilità: le cose che servono ci sono tutte e sono tutte a portata di mano. Il router è dotato di 4 porte LAN e 1 WAN, tutte a Gigabit, NAT e DHCP sono attivi di default, quindi per avere accesso a tutta la propria rete locale bisogna avere l’accortezza di collegare il proprio modem / router ADSL direttamente alla porta WAN del Sitecom (blu riconoscibile), in modo da non segmentare la propria rete e non rendere difficoltosa la comunicazione tra gli host separati dal 300N.  La potenza è molto buona, il segnale è stabile e non ha dato segni di cedimento anche con un traffico di rete medio / alto. Continua a leggere

Sitecom Wireless Mobile Router 300N

Sto testando da qualche giorno questo piccolo router di Sitecom. Si tratta di un router WiFi di dimensioni molto ridotte che supporta la condivisione di una rete cablata o di una connessione 3G effettuata tramite una internet key inserita nella porta USB. I dati tecnici sono abbastanza standard, li riporto dal sito ufficiale:

  • Protocolli supportati:  802.11b/g/n
  • Velocità teorica massima 300 Mbps
  • Interfaccia di rete 10/100
  • Standard di sicurezza supportati: WEP 64 & 128 bit, WPA-TKIP, WPA-AES, WPA2, WPA-Radius
  • Connessione a internet: DHCP client, IP statico, PPPoE e PPTP
  • Doppia antenna interna
  • QoS, UPnP, ALG

Le particolarità fisiche più salienti di questo oggetto sono le dimensioni veramente ridotte — 9x6x3 (*)— e l’alimentatore integrato, che è una grande comodità. I modelli di internet key supportati sono parecchi e coprono i modelli più diffusi: io l’ho provato con una Huawei E156G a marchio “3” con la quale funziona senza problemi. Continua a leggere

Router e UPnP

Universal Plug and Play, secondo Wikipedia, è un insieme di protocolli di rete che permette ai dispositivi che lo implementano di semplificare drasticamente la loro integrazione all’interno di una rete. Il nome è mutuato da Plug-and-play, una tecnologia che permette di collegare un dispositivo ad un computer e averlo immediatamente pronto all’uso. La similitudine si riferisce alla possibilità di alcuni dispositivi di collegarsi, autoconfigurarsi e annunciare i propri servizi alla rete senza necessità di configurazione preventiva. Per tutti i particolari più tecnici, vi rimando alla voce di Wikipedia che ho linkato qui sopra. Continua a leggere

C’è sempre qualcosa che ci si dimentica di fare.

Scenario: un firewall con due interfacce WAN collegate a due router ADSL e configurate in failover. Cade la linea principale e la rete perde connettività: cosa è successo?

Ad una prima indagine mi accorgo che tutti gli host accedono regolarmente ad internet via linea di backup ma non funziona la risoluzione dei nomi, quindi è praticamente tutto fermo. La rete è servita da un Windows 2003 server che, tra gli altri, ha i ruoli di DNS server, mail server e webmail server.

La causa della risoluzione  non funzionante è il server che, scopro, non ha connessione ad internet. Come è possibile che tutta la rete acceda ad internet tranne il server? Verificato che il firewall non abbia policy restrittive e spulciati i log relativi, mi concentro sulla sua tabella di NAT. Continua a leggere