Ali di pippistrello

Sei perplesso, perché la scheda gigabit del nuovo PC che stai installando non va a 1000 ma solo a 100 malgrado sia collegata ad uno switch superspaziale della stessa marca del PC.
Poi installi i drivers di una stampante laser a colori, ed al reboot la scheda non ne vuole sapere di connettersi. O meglio: la connessione “rimbalza”, e la spia del link sullo switch continua a farti l’occhiolino. L’unica soluzione che hai trovato è stata quella di forzare la scheda a 100 mega half duplex. (I drivers sono tutti aggiornati e succede anche con le versioni più vecchie).
Non hai neppure la voglia di trovare il colpevole tra gli indiziati: switch, drivers rete e drivers della stampante (e che c’entra, poi? sarà perchè è di una marca concorrente?). Tra l’altro tutti gli oggetti coinvolti sono di una qualità che dovrebbe essere al di sopra di ogni sospetto.
Comincio a stancarmi di fare lo stregone. Continua a leggere

Backdoor nel DNS di XP

Una breve nota in relazione al problema evidenziato da Paolo Attivissimo, relativo alla “backdoor” (non saprei come altro chiamarla) inserita nella sequenza di risoluzione del DNS in XP.
Se il client fa parte di una rete aziendale con il server DNS “in casa”, il problema è facilmente aggirabile inserendo le opportune entry statiche nella configurazione DNS.

Rimuovere SpyFalcon

SpyFalcon
SpyFalcon è un finto antispyware particolarmente noioso: si installa nella systray (vicino all’orologio), e continua a segnalare che il vostro PC è infetto tramite frequenti e noiosi avvisi stile “fumetto” di XP. Cliccando sulla sua icona vengono mostrati i finti risultati di una presunta scansione.
Per rimuovere minacce inesistenti vi viene richiesto l’acquisto di un codice seriale. Naturalmente si tratta di una truffa, il programma nocivo è lo stesso SpyFalcon.
Fa perfino finta di disinstallarsi, tramite pannello do controllo, ma al riavvio lo ritrovate al suo posto. Ecco come rimuoverlo definitivamente. (Stampate queste istruzioni poiché dovrete riavviare in modalità provvisoria.)

Autostreamer

Se vi capita di installare spesso Windows XP, sapete benissimo quanto tempo ci vuole per applicare il Service Pack 2. Esiste una tecnica, detta slipstreaming, che permette di creare un CD con il Service Pack già integrato nei files di installazione. E’ possibile crearlo a mano (usate Google per sapere come si fa), oppure si può usare Autostreamer.
Dal sito Il Software:

AutoStreamer è un programma gratuito che permette di integrare, senza alcuno sforzo, il Service Pack 2 all’interno del CD d’installazione di Windows XP (il software supporta anche Windows 2000 e Windows 2003 permettendo l’integrazione dei rispettivi Service Pack). Continua a leggere

Pirelli Smart Gate

Pirelli Smart GateIl router Pirelli Smart Gate è un esempio di rara bruttezza, sia estetica che tecnica. Se ne avete uno siete sfortunati.
Benchè Telecom Italia lo fornisca in comodato con un contratto che prevede un IP fisso, se telefonate all’assistenza vi viene detto che con tale apparecchio è impossibile inoltrare le porte TCP e UDP dall’esterno verso la rete interna. E non potete neppure sostituirlo con uno migliore, poichè la connessione funziona solo con la smart card fornita in dotazione.
Non disperate: è falso.
La procedura seguente funziona con il software versione SG_1.0.1.
Accedete con un browser all’interfaccia di configurazione del router, il cui IP di default è 10.0.0.2, e cliccate su “Configurazione LAN”. Prendete nota degli ultimi 4 caratteri alfanumerici dell’indirizzo MAC (non considerate i due punti, es: 0BED). Lanciate la calcolatrice, impostatela in modalità esadecimale e sottraete i 4 caratteri da FFFF. Dovreste ottenere un valore esadecimale di 4 cifre (es: FFFF – 0BED = F412).
Tornate al menu principale dell’interfaccia del router e cliccate sul bollino rosso in alto a sinistra, ed inserite queste credenziali:
Nome utente: TELECOM (maiuscolo)
Password: PIF412SL (cioè PI + le vostre 4 cifre + SL, il tutto maiuscolo)
Se avete fatto le cose per bene, avrete accesso all’interfaccia di configurazione avanzata.
Nella sezione Configuration –> Virtual Server troverete quello che cercate!
Ricordate di specificare esplicitamente il vostro indirizzo IP pubblico nel campo “Public IP Address”, anche se l’interfaccia suggerisce 0.0.0.0, altrimenti non funziona. Continua a leggere