Android su Samsung Galaxy i7500

samsung-i7500-android

Da circa un mese sto utilizzando un palmare Android, il nuovo sistema operativo per dispositivi mobili creato da Google. Nella fattispecie si tratta di un Samsung Galaxy i7500, le cui caratteristiche tecniche sono elencate sul sito ufficiale.

Su un oggetto del genere si allunga inevitabilmente l’ombra di iPhone, ma qui cercherò di evitare il confronto, che sarà oggetto di un post successivo; le valutazioni sull’hardware sono relative al Samsung, mentre quelle sul software e l’usabilità riguardano il sistema operativo Android, versione 1.5. Tutte le valutazioni si riferiscono al telefono non sbloccato e con le applicazioni trovate installate dal produttore. Per (brutti) motivi di mercato, il produttore dell’hardware può decidere di bloccare alcune delle funzioni del telefono e, se ho capito bene, di limitare le applicazioni installabili dal Market (l’equivalente di App Store) Continua a leggere

Buffalo LinkTheater HD Nfinity

Buffalo LinkTheater HD Nfinity

Ho avuto occasione di provare un Buffalo LinkTheater HD Nfinity, un multimedia player con collegamento wired, wireless e USB host.

Pro: ottima qualità costruttiva e estetica sobria e minimale. Il telecomando è di qualità eccellente, molto diverso dalle solite microscopiche frittelle fornite a corredo di media player meno blasonati. Molti i formati supportati, per i quali, e per le caratteristiche tecniche, vi rimando al sito ufficiale linkato qui sopra. I menu sono semplici, chiari e ben organizzati. Non possiedo televisori con ingresso HDMI, ma per quello che ho potuto vedere a risoluzione standard la qualità delle immagini è ottima. L’unità supporta sia DNLA che le classiche condivisioni in rete, e permette di autenticarsi tramite credenziali, cosa che il mio Freecom non è in grado di fare. Un disco esterno ethernet della stessa marca viene riconosciuto e utilizzato al volo, senza necessità di fare alcuna configurazione. Se sulla la rete è presente un server DHCP non è necessario alcun setup, basta collegare il cavo di rete e in pochi secondi l’unità è pronta per l’utilizzo. Ad ogni accensione vengono ricercati eventuali aggiornamenti del firmware. LinkTheater è equipaggiato con due porte USB, una sul retro e una sul frontale, a cui si possono collegare dischi esterni e chiavette USB dai quali riprodurre contenuti. C’è anche una funzione di scaricamento atuomatico da camcorder verso USB Continua a leggere

Buffalo LinkStation Live

Buffalo Link Station Live Ho in prova da qualche tempo un disco esterno Buffalo Link Station Live. Si tratta di una unità disco esterna ethernet dalle caratteristiche molto interessanti. Le dimensioni sono quelle consuete, la qualità delle plastiche è nella norma e l’assemblaggio è buono. Durante il funzionamento è abbastanza silenzioso; degna di nota la possibilità di estrarre la piccola ventola per pulirla di tanto in tanto, migliorandone l’efficienza e riducendo il rumore. Si tratta di un piccolo NAS, quindi la connessione avviene esclusivamente tramite la rete locale; l’interfaccia di rete è Gigabit, cosa importante perché la Fast Ethernet a 100mb/s non è particolarmente efficiente per il trasferimento di file di grosse dimensioni, e l’unità è fortemente orientata al multimedia. (Naturalmente per sfruttare la velocità Gigabit dovete avere uno switch Gigabit e una scheda di rete Gigabit sul vostro computer, altrimenti andate comunque a 100 mb/s). Continua a leggere

Sony Ericsson Xperia X1

Da un paio di settimane sto giocando con il nuovo palmare di SE, Xperia X1: si tratta di un telefono touch screen con tastiera “qwerty” a scomparsa, di cui trovate le specifiche qui.

La qualità dei materiali è ottima, l’assemblaggio impeccabile ed il meccanismo di scorrimento fluido e piacevole da azionare. Il telefono è completamente in metallo, le dimensioni abbastanza contenute mentre i quasi 160 grammi si fanno sentire tutti, ed il telefono pesa in tasca. Lo schermo è definito e luminoso, i tasti precisi e con un buon feedback. I progettisti hanno cercato di favorire al massimo le procedure di input e oltre alla tastiera si può usare una tastiera virtuale in due dimensioni e un sistema di riconoscimento dei caratteri che non ho provato. Continua a leggere