Come ripulire il PC…

… e vivere felici.
Negli ultimi anni mi è capitato sempre più spesso di dover ripulire le macchine di clienti, conoscenti ed amici. Non da virus, perché fortunatamente quasi tutti hanno capito l’importanza di un antivirus aggiornato, ma da dialer, spyware, adware e malware.
Tali categorie di software sono molto più difficili da individuare e da sradicare, rallentano il sistema e lo rendono molto instabile; tra l’altro può capitare di vedersi apparire pagine web piene di signorine dai facilissi costumi impegnate a fare del bene al prossimo. Questo non sempre è desiderabile, specie se il computer viene usato da minori o persone particolarmente sensibili.
Ecco come fare per eliminare questi programmi parassita.

Autenticare e crittografare le connessioni con Zebedee

Zebedee è un programma open source che permette di stabilire una connessione “tunnel” TCP/IP o UDP compressa e crittografata tra due sistemi. Permette quindi di rendere sicuro il traffico di protocolli che non hanno una sicurezza nativa, e di ottimizzare l’utilizzo di banda per mezzo della compressione.
Tramite opportune operazioni possiamo ottenere anche un’autenticazione “forte”, in modo che solo i client autorizzati possano connettersi al server. Vediamo come.

Connessioni sicure con Ultr@VNC

Per tutti gli amministratori è molto comodo avere un accesso da remoto ai propri sistemi. Ultr@VNC, che ho introdotto qui, è un’ottima utility con molte caratteristiche, orientata agli utenti Windows. L’approccio è “a la PCAnywhere”, diversamente dalla connessione al desktop remoto di Windows. Ciè può essere utile in alcuni casi: ad esempio quando dall’altra parte ci sia qualcuno che deve vedere cosa facciamo, oppure quando si vuole interagire con la shell di Lotus Domino (e non si vuole usare la live console).
Dato che Ultr@VNC permette un accesso completo, le implicazioni di sicurezza devono essere ben comprese e gestite in maniera corretta.

Installare WordPress for dummies, in italiano

Questa è una guida in italiano per installare e configurare WordPress, la piattaforma su cui gira il blog che state leggendo.
Ho scritto questo breve tutorial per fornire a tutti le risposte che ho dovuto cercare tra diverse pagine del sito www.wordpress.org, e per renderle disponibili anche a coloro che non hanno familiarità con la lingua inglese. Comprende infatti anche le istruzioni per “localizzare” in italiano il vostro blog.