Andrea Beggi

Noi non contiamo e siamo destinati a passare. La nostra arte, invece, rimane.

Excuse me?

A T T E N Z I O N E ! Questo post ha piu' di sei mesi. Le informazioni contenute potrebbero non essere aggiornate.

Ecco, io lo sapevo. Fatto il trasloco. manca l’ADSL. Ho messo una ISDN di backup. Impensabile connettere tutta la rete Win2003-WinXP, che genera un incubo di traffico solo per gli aggiornamenti, senza contare le “passeggiate” degli utenti.
Atto primo, vecchia sede: Stagista Ingegnere Siberiana Stefanenko Compatibile (da adesso in poi SISSC), io sto imballando un server, pastasciutte di cavi che esplodono dal rack: “Is it possible to connect my pc to the internet?”. Cerco di essere gentile: “I’m sorry, we’re moving, I disconnected the router and unplugged all the cables…”.
Atto Secondo, nuova sede: sto bestemmiando dietro al provider mentre installo il router ISDN e riconfiguro il mail server, per ricevere almeno la posta, un server giace sventrato sul tavolo, pastasciutta di cavi dentro una scatola. SISSC: “Can I connect to the internet, now?”. La guardo, cerco di non farmi distrarre dall’aspetto stefanenkiano: “Ehm… no. We don’t have the line, yet. I’m sorry”.
Atto Terzo: oggi mi chiama il provider: “Ci hanno telefonato, le mail arrivano ma non riescono a navigare…”. Io: “Certo, solo il server bla bla yadda yadda…”. “Ok, comprensibile, li richiamo io e glielo spiego”.
Atto Quarto: dopo mezz’ora mi chiama il cliente: “Abbiamo qui SISSC, vorrebbe connettere il suo pc ad internet, come dobbiamo fare?”

AAAARRRGGHHHHH!!!!!

5 Commenti

m0ll0i | #

Sembra che certe persone le mettano li apposta!
Sarebbe curioso sapere cosa aveva da fare su internet di cos urgente

Giovy | #

Ehm…. al momento (ed almeno per i prossimi 15 minuti) non sono molto impegnato, una SISSC l’assisterei volentieri… 😀

Tambu | #

potremmo capire meglio questo post se ci metti una FOTO ;-))))

Maria | #

Che ci vuoi fare…….