Andrea Beggi

Not everything that can be counted counts, and not everything that counts can be counted.

Segni che sei un papà

A T T E N Z I O N E ! Questo post ha piu' di sei mesi. Le informazioni contenute potrebbero non essere aggiornate.

Ogni volta che freni meno che dolcemente, allunghi il braccio verso il sedile del passeggero, dove c’è il seggiolino di tua figlia.
Anche se sei da solo in macchina.
E anche se non c’è il seggiolino.

10 Commenti

Tambu | #

lo faceva sempre anche mia mamma… anche quando ero più grande… poi un giorno le ho detto “guarda che ora ci sono le cintura obbligatorie” e da allora…

però ogni tanto lo vedo, il braccio che parte e si ferma subito 😀

orangeek | #

anche io!!!
i miei amici mi hanno sempre preso in giro per questo, ma mio padre mi ha messo l’abitudine sin da piccolo e non me lo levo piu’!
cinture, airbag o non airbag, per me fa lo stesso!

fullo | #

oddio io lo faccio per il portatile.. segno che sono un informatico (malato)?

theo | #

lo faccio anche io quando porto qualcuno 😛
Sono un padre mancato 🙂

Tambu | #

no theo, tu speri che ci sia una donna accanto e che lei così ti scontri la mano col seno 😀

silentman | #

Anche io lo faccio sempre… e non sono DECISAMENTE padre!

Azim | #

Ho tre nipoti piccoli, raramente vengono con me in auto, raramente supero i 50 orari 😛 quindi frenate brusche non mi capitano.
Però in quelle poche, rare occasioni, il braccio di protezione (nonostante cintura sempre allacciata) parte in automatico.

Manila | #

mi hai strappato un sorriso tenero con questo post 🙂

Fabs | #

Uhm, mio padre quando sedeva al posto del passeggero passava il tempo pestando con il piede su un pedale del freno immaginario. E non era una cosa senile, perche’ lo faceva anche a 50 anni.
Mi chiedo se ci sia qualche relazione con lo stesso gesto, o solo con il mio stile di guida…