Andrea Beggi

Perché non si può essere sempre la parte migliore di noi stessi.

Bel Lunedì

A T T E N Z I O N E ! Questo post ha piu' di sei mesi. Le informazioni contenute potrebbero non essere aggiornate.

Arrivo in mattinata negli uffici del comune di un ridente paesino dell’entroterra del ponente ligure, per installare un server in un rack, Windows Small Business Server ed un UPS.
Chiedo informazioni per un parcheggio ad un tizio che mi risponde in inglese: viene dall’Olanda. Avrei dovuto capire come sarebbe andata.
Non c’era spazio nel rack, lo devo ricavare spostando ciò che è già montato.
I montanti posteriori verticali della gabbia interna sono montati in posizione sbagliata, devo sventrare il mobile per spostarli.
Il maledetto rack è privo di traverse, così le staffe del server continuano ad uscire dalla sede, devo arrangiarmi con delle viti rimediate li per li.
L’UPS doveva essere piccolo, invece è anche lui racckabile, non ci sta. Rinuncio ad installarlo.
Il CD di installazione dell’HP, per qualche oscura ragione, è privo del driver del controller SATA-RAID, ma ci vogliono tre reboot per capirlo.
Trovo un dischetto, trovo un PC, mi connetto (ISDN), scarico il driver.
Ma.
Il server è privo di floppy, che fare?
Frugo nel magazzino del comune, trovo un vecchio 486, ne estraggo il lettore ed il cavo.
Apro il server, connetto il cavo. Esso cavo è privo di dente sul connettore, e sulla motherboard del server non è segnato il pin 1. Neppure sul lettore, 4 tentativi.
Il lettore è rotto.
Trovo, non so come, un altro lettore, ma il dischetto è danneggiato.
Torno al PC, il solerte impiegato ha cancellato il driver, svuotato il cestino e la cache. Riscarico il driver (sempre ISDN).
Finalmente mi appresto ad installare il S.O.
Appena caricati i drivers del controller, quadro blu con errore di parità della memoria.
Due quadri blu dopo scopro quale è il modulo. Lo tolgo.
Riesco ad arrivare in fondo all’installazione di SBS, maledico i fermi delle staffe che sono progettati per essere sbloccati da umani con tre braccia, rimonto il modulo di memoria (ho deciso di dargli una chance) e richiudo il server.
Colllaudo il nastro con un backup completo.
Poco dopo arrivano i due incaricati del comune, che decidono che l’UPS è da installare comunque, e tolgono il centralino telefonico dal rack, lasciandolo penzolante per fare posto.
Installiamo l’UPS, lo collego ed installo il software di gestione.
Il server non lo vede. Cioè l’agent lo trova, ma la console di gestione si rifiuta di trovarlo.
Dopo mezz’ora di imprecazioni tolgo il cavo USB e collego via seriale.
Disinstallo il software di gestione, riavvio per la millesima volta.
Quadro blu.
Riavvio e reinstallo il software, questa volta l’UPS viene gestito a dovere.
Faccio firmare e saluto.
Mi aspettano circa 70 chilometri di autostrada, probabilmente non sopravviverò.

14 Commenti

Giovy | #

Il lunedì è sempre drammatico, bisognerebbe cancellarlo dal calendario.
Peccato che poi ci sarebbe il martedì, a prenderne il posto… 🙁
Dai, Andrea… forza e coraggio… hai (abbiamo) scelto il lavoro di sysadmin, ci tocca questo ed altro, come il tizio che mi chiama nel panico perchè stava stampando dei mandati di pagamento, ed all’improvviso (secondo lui) la stampante si rifiuta di fare il suo lavoro con i preziosissimi mandati.
Corro in suo aiuto, pensando già a come sostituirgli la stampante per fargli continuare il lavoro e… ovviamente la stampante era in “Sospendi stampa”. 😛
Poveri noi… 😀

Paolog | #

Oh mamma! Il buongiorno si vede dal mattino Andrea. Buona settimana 😉

maga | #

ma c’era già prima un server che faceva da domain controller?

betaversion | #

Penso che avresti dovuto insospettirti dell’andamento della giornata nel momento stesso in cui ti sei svegliato , o poco dopo. Infatti si sente un cattivo odore…….

Andrea | #

ehehehe allora vedo che il lunedi è uguale per tutti 😀

ieri installo inizio ore 16.00 (tralascio gli smadonnamenti per far vedere il controller raid a 2000 server) alle ore 20.40 , installazione di ultime pacht MS e puf….. il server non riparte piu 😀 😀

morale? stamattina alle ore 07.00 ho ricominciato ed alle 9.20 il server era in produzione 😉

certi lavori non bisogna accettarli il lunedi 😀

Christian | #

eeehhhh….vedo che non sono l’unico a smadonnare sui sistemi microsoft…
“Povero amministratore di rete linux, costretto a lavorare su sistemi microsoft….”

Barbara | #

Argh! Dai Andrea che se a quest’ora sei vivo si può dire che il peggio è passato e ora ti puoi (spero) godere il meritato relax

raf | #

Vecchio adagio :
con Windows sai quando cominci ma mai quando finirai

maxiwan | #

1° vecchio adagio + 2° vecchio adagio = …magari insegnare alla gente a spostarsi verso mac osx e “related”? … di certo meno amaro il lunedì sarebbe.
certamenmte “in medium stat virtus”… ma ‘cò ‘sti pc ‘ndò sta sto “medium” azz…

un saluto 😉

Stefano | #

La cosa ha dell’icredibile e vedo che, in fondo, ci capitano a tutti le stesse cose… inutili anche le polemiche, a parer mio, di “dover” passare ad altri sistemi.
Ma toglimi una curiosità.
Anche io installo saltuariamente dei server con Windows SBS, ma quando monto l’hardware in laboratorio, installo anche il sistema operativo e le varie patch, quindi porto “il malloppo” direttamente al cliente… Voi invece fate l’installazione del cliente per aggiungere anche queste ore. Giusto ? o per altri motivi ? CIAO

Andrea | #

Il materiale arriva direttamente al cliente, che nel 99% dei casi ha fretta. Non ha senso mandare tutto in laboratorio, installare, e fare un’altra spedizione al cliente. Senza contare che un server che è sopravvissuto ad un corriere non è detto che sopravviva ad un altro trasporto, se conosci un po’ come lavorano i corrieri.

mobbi | #

il lunedi lavorativo nn dovrebbe esistere … troppo stress