Statistiche di accesso da Feedburner

A T T E N Z I O N E ! Questo post ha piu' di sei mesi. Le informazioni contenute potrebbero non essere aggiornate.

Come aveva promesso tempo fa, FeedBurner ha iniziato a fornire un servizio per le statistiche di accesso al blog, non più solo al feed. Al momento i valori monitorati sono:

  1. Dettagli sui visitatori: browser, città, lingua, sistema operativo e risoluzione.
  2. Visite e pageviews, divise tra arrivi da ricerche e da referrers, con un dettaglio sulle prime 10 pagine (o post) più visitate.
  3. Referrers: sia da siti che da motori di ricerca, con la possibilità di vedere le prime 10 pagine più visitate per i primi 20 referrers (sia chiavi che siti).
  4. Click in uscita: i primi 10.

(Questi sono i dati per un account PRO, a quanto ne so dovrebbero essere gli stessi per gli account gratuiti)

Per attivare le statistiche è necessario per prima cosa abilitarle nelle impostazioni di FeedBurner del proprio feed: linguetta “Analyze”, sezione “Services”, in “Standard Stats” o “Total Stats” (per gli utenti PRO). E’ necessario scegliere il proprio fuso orario, dopodichè sempre dalla stessa sezione prelevare il codice del javascript da inserire nel proprio template. Ci sono istruzioni dettagliate per Blogger, Movable Type, Typepad, WordPress, TextPattern, Drupal, Jroller e PluggedOut. Per il resto delle piattaforme c’è una spiegazione su come e dove inserire il codice “generico”, che va messo sia nella pagina principale che nellle pagine dei singoli post. Per WordPress bisogna editare index.php e single.php. FeedBurner considera le statistiche come un’estensione dei feedflare.
Dopo qualche ora dall’inserimento del codice le cinque sezioni di “Site Stats” (Dashbord, Visitors, Pages, Incoming e Outgoing) cominceranno a popolarsi di dati.
Per quello che ho potuto capire da qui, non mi pare che siano diponibili API per l’accesso, almeno al momento.

10 risposte su “Statistiche di accesso da Feedburner”

  1. GA è il più completo. Io non lo uso perché secondo me rallenta il caricamento delle pagine e soprattutto è difficile da leggere. Questo servizio di FB è più semplice e con pochi dati, ma quelli che più o meno servono.

  2. Ne ho scritto anche sul mio blog,è un buon strumento (ancora in via di sviluppo) e sembra non troppo pesante: il punto è che pare conti anche le visite dell’admin,quindi nada filtro IP cookie.

I commenti sono chiusi