Backup su Amazon S3 da linea di comando

Solito appunto per non dimenticare.

Per fare un backup o una sincronia verso Amazon S3 da un server linux qualsiasi, che potrebbe essere anche il server del vostro hosting (se avete accesso alla shell) si usa S3cmd.

Ha il vantaggio di non richiedere privilegi root per funzionare. Si scarica e si copia in una directory e quindi si procede alla prima configurazione, da fare una volta sola, con:

./s3cmd --configure

I dati di accesso si prelevano nella sezione Security Credential della pagina dell’account S3. Se serve si può creare un nuovo bucket con: Continua a leggere

Usare DreamHost come spazio di backup

DreamHost è un hosting con diversi pregi, tra i quali lo spazio illimitato e l’accesso SSH. La tentazione di usarlo come spazio di backup via FTP è forte, malgrado sia vietato dai termini di servizio; io lo facevo e ho ricevuto una mail cortese ma ferma, che mi chiedeva di rimuovere i file di backup entro 24 ore. Nessun problema: ero in torto e ho provveduto a eliminare quanto richiesto.

La parte divertente è stata che proprio a causa di questa mail ho scoperto che tutti gli account DH comprendono 50GB di spazio da usare per i backup, sebbene con alcune limitazioni. Per attivare il servizio basta creare l’utenza apposita nel pannello di controllo, e ci viene dato lo spazio su un altro server. Le limitazioni riguardano i protocolli supportati per il trasferimento dei file e il tipo di accesso: si possono usare solo ftp, sftp, scp e rsync, inoltre non è supportata la schedulazione di processi tramite cron. Continua a leggere

CA Arcserve Backup errore E8535 EC=10054

Ho riscontrato su CA Arcserve Backup versione 12 SP1 l”errore E8535 con EC=10054,  relativo alla mancata comunicazione del backup server con un server remoto su cui è installato il Client Agent per Windows. La riga completa nello scarno log del processo recita: “E8535 Impossibile ricevere i dati dall’agente client. INDIRIZZO=x.y.w.z, EC=10054, COMANDO=0.

Apparentemente l’error code 10054 è relativo ad un timeout, ma in questo caso può essere tranquillamente escluso. Molto probabilemente si tratta di un problema di mancata comunicazione tra il client ed il server relativa al licensing: l’unico server non elencato nella lista dei client licenziati sul backup server è proprio la macchina che presenta il problema. Continua a leggere

Robocopy e il famigerato “Error 5”

Può capitare che gli script Robocopy non funzionino correttamente restituendo un “ERROR 5 (0x00000005) Copying NTFS Security to Destination Directory. Access denied.“, specialmente se la destinazione è un filesystem NTFS già popolato con strutture di file dotate di ACL abbastanza articolate. Questo accade perché Robocopy non riesce ad aggirare le ACL definite esplicitamente, neppure se l’account sotto il quale gira il processo ne ha i diritti. E’ un problema che ho già incontrato un paio di volte: l’errore si risolve eliminando tutta la struttura di destinazione prima del backup, oppure, nel caso questo non sia possibile, limitandosi a copiare i dati e tralasciando le ACL, utilizzando lo switch /COPY:DT invece del /COPYALL (equivalente a /COPY:DATSOU) Continua a leggere