Castellazzo Half Marathon 2012

Ieri ho partecipato alla Castellazzo Half Marathon, che si è svolta a Castellazzo Bormida (AL). E’ la mia terza “mezza” ed è stata quella meglio organizzata, probabilmente per il numero di iscritti abbastanza contenuto: circa 430. L’organizzazione è stata praticamente perfetta: dall’ingresso in paese una serie di cartelli guidavano fino al ritrovo, dove gli addetti mi hanno indicato l’area di parcheggio, praticamente di fronte alla partenza. Nessuna coda per il ritiro del pettorale, deposito borse efficientissimo, spogliatoi caldi con docce calde; il ritiro pacco gara e il ristoro al termine sono stati rapidissimi. Il percorso pianeggiante e con poche curve favorisce i buoni risultati. Insomma, l’esperienza è stata positiva, malgrado il maltempo. Qui è dove vi racconto come è andata. Continua a leggere

Correre

L’altra mattina alle 7 si stava bene. Io stavo bene, stavo sorridendo ed ero contento.

Stavo correndo nell’aria profumata del mattino e sorridevo perché mi sentivo a mio agio, rilassato e divertito da quella strana sensazione che mi capita di tanto in tanto, quando le gambe “girano” per i fatti loro senza apparente fatica, leggere, e le scarpe si appoggiano sul selciato che sembra spingermi in avanti.

Sono contento di questa passione che ho scoperto in ritardo e che mi ha coinvolto così tanto, poteva andarmi peggio; invece faccio qualcosa che mi fa stare bene e mi diverte: finché dura sarà una pacchia. Continua a leggere

Mezza Maratona Delle Due Perle – resoconto

Viste le  considerazioni del post precedente, inauguro la categoria dei resoconti delle partecipazioni ad alcune manifestazioni podistiche. Questo è il racconto della mia prima esperienza di gara: la Mezza Maratona Delle Due Perle, dell’11 marzo 2012.

Per chi corre, soprattutto per chi lo fa al mio (basso) livello, le competizioni non sono particolarmente importanti dal punto di vista agonistico. Si tratta soprattutto di partecipare ad una manifestazione organizzata, incontrare persone che condividono la stessa passione, vedere le strade da un nuovo punto di vista e sfidare sé stessi. Una giornata divertente trascorsa a fare una cosa che mi piace. Continua a leggere

Il consumo di calorie, i carboidrati e i grassi.

Negli ultimi anni la sedentarietà e la dieta disordinata cominciavano a pesare sulla mia salute, in particolare sulla mia schiena. E’ venuto un giorno in cui ho finalmente deciso di fare qualcosa: ho iniziato a fare un po’ di attività e a stare attento a cosa e come mangiare. Ho scelto la corsa, per tutta una serie di motivi pratici, e dopo qualche tempo mi sono appassionato. Coerente con l’attitudine nerd che mi perseguita da sempre, ho cercato di sviscerare le relazioni tra il movimento e il consumo energetico, tanto per non lasciare nulla di intentato. L’argomento mi interessa e condivido qui i miei appunti, ottenuti da un processo di semplificazione. Continua a leggere

Adidas miCoach monitor frequenza cardiaca

Una delle prime cose di cui mi sono reso conto quando ho iniziato a correre è stata la necessità di capire e controllare le mie pulsazioni durante la corsa. Rimanere nella “zona” corretta permette di faticare meno, correre più a lungo e migliorare le prestazioni. Gli strumenti più semplici per farlo sono un cardiofrequenzimetro e le tabelle, che abbondano su internet. Ma la tecnologia ci aiuta a trovare soluzioni più articolate, complete e complesse.  Ho avuto modo di provare per qualche settimana un monitor frequenza cardiaca Adidas miCoach, insieme alla sua applicazione installata su un iPod Touch. Continua a leggere