Caprica? What the frak?

Caprica è il prequel di Battlestar Galactica, che ho da poco finito di vedere. Mi aspettavo grandi cose da questa serie, perché il materiale da cui parte è buono e c’erano le possibilità per creare un’altra grande serie di fantascienza. Dopo cinque-puntate-cinque devo dire di essere un po’ deluso. Poca fantascienza, pochissima tecnologia, troppi dialoghi. Il robottone è relegato a 5 minuti per episodio e non fa assolutamente nulla. L’impressione è che gli autori stiano aggiungendo materiale su materiale nella speranza di imbroccare la strada giusta. Continua a leggere

Leverage

Una serie leggera e poco impegnativa, ma gradevole: Leverage. Lo schema non è nulla di nuovo: un gruppo di superladri con un capo integerrimo rubano ai ricchi per dare ai poveri. Grande sfoggio di tecnologia e intrecci alla Ocean 11 per un gruppo di personaggi un po’ stereotipati ma gradevoli. Come sempre, anche qui c’è l’esperto informatico che piega qualunque computer al suo volere; tic e lingo sono adeguati e corretti, ma la suspension of disbelief va usata a piene mani, come del resto per tutte le altre “abilità” del gruppo. Per adesso sono uscite un paio di puntate, trasmesse da Teletorrent™; apparentemente non ci sono trame che si snodano da un episodio all’altro, quindi ciascuna puntata si esaurisce perfettamente, confermando l’approccio “leggero” degli sceneggiatori. Ocean 11 più Mission Impossible più Robin Hood: roba del genere ma lieve e giocata sul filo dell’ironia. Continua a leggere