Andrea Beggi

Chiacchierare di nubi.

Il nuovo illuminista

A T T E N Z I O N E ! Questo post ha piu' di sei mesi. Le informazioni contenute potrebbero non essere aggiornate.

Metamondo, in questo bel post, fustiga i costumi tecnologici attuali e ci spinge a riflettere sull’uso che facciamo della tecnologia.

…Una sorta di tecnologia vintage alla Blade Runner, in cui le auto volano, ma i palazzi stanno insieme con i rivetti arruginiti…


Verremo ricordati come quelli della transizione, quella generazione in bilico tra penne stilografiche e tabletpc. Quelli contro il download della musica dalla Rete, quelli che avevano i mezzi ma non sapevano come utilizzarli. Un po’ come gli scimmioni di 2001 Odissea nello spazio alle prese col monolite. Appariremo come simpatici imbranati, dei piccoli ottusi conservatori alle prese con goffi tentativi inquisitori nei confronti di quel che i nostri figli chiameranno “standard di benessere”.

5 Commenti

DElyMyth | #

Mah, io per prendere i miei appunti uso ancora carta e penna, se non altro posso tenermeli in borsa 🙂

Andrea Beggi | #

Perch tu sei una donzella, quindi dotata di borsa. Io, in quanto gentiluomo, ne sono privo. Inoltre sei una delle poche che ci mettono dentro una penna. Alcune si trascinano dietro delle sottospecie di container, ma non hanno *mai* una penna. Che caspita ci tengono? 😉

DElyMyth | #

Non so cosa ci tengano le altre, ma nella mia ci stanno anche il portatile e un libro…

zuppah | #

oggi alla berio c’era una ragazza con una borsa tipo palestra. dentro c’erano i libri, i vestiti di ricambio per la sera (esibiti in mezzo a gente che era l per studiare), scarpette rosa con punta e tacco a spillo, una borsettina per il trucco (con specchietto per controllarsi ogni 30 secondi) e un astuccio con mille penne. ah, dimenticavo, il cellulare!
ovviamente non ho curiosato… semplicemente in un attimo di smarrimento mi sono chiesta se fossi finita in uno spogliatoio! [poi s’ cambiata in bagno, nel caso in cui qualcuno se lo fosse chiesto]