Don’t be evil?

A T T E N Z I O N E ! Questo post ha piu' di sei mesi. Le informazioni contenute potrebbero non essere aggiornate.

Sanno di cosa abbiamo bisogno.
Leggono la nostra posta.
Ascoltano quello che diciamo ai nostri amici.
Sanno dove siamo.
Sanno cosa facciamo e con chi.
Sanno quali notizie ci interessano.
Leggono il nostro blog, anche se è privato.
Sanno quali blog leggiamo.
Sanno cosa c’è sul nostro computer.
Sanno chi visita i nostri siti.

Ma non sarebbe il momento di cominciare a preoccuparsi?

(…e probabilmente ho dimenticato qualcosa…)

10 risposte su “Don’t be evil?”

  1. Per quanto io sia tra i sostenitori che la grande G di Mountain View e’, attualmente, un pilastro fondamentale della Rete… hai ragione.
    Ci sarebbe, per lo meno, da pensarci su.

    A tal proposito mi e’ tornato alla mente un vecchio filmato sulla possibile evoluzione dei Media, immaginando un ipotetico scenario di future trasformazioni dal 1989 al 2014: EPIC.
    http://www.robinsloan.com/epic/

  2. Anche preoccupandosene, Andrea, ci saraà sempre poco da fare.
    “Loro” continueranno a leggerci la posta, ascoltarci al telefono, sapere cosa facciamo e via dicendo. 😛

  3. Si’ ti sei dimenticato che sanno che foto facciamo, quindi cosa vediamo 🙂

    Che vuoi che ti dica, ormai ho venduto l’anima a google, me ne sono fatto una ragione (ma quasi quasi la svendo un po’ anche a Yahoo!, cosi’, per par condicio).

  4. per me che sono uno statistico, la consolazione è nel fatto che IO non sono IO, per loro, ma solo un numero. non leggono la MIA posta, la posta DI TAMBU, leggono la posta di un utente 128729835792 😀

I commenti sono chiusi