La quintessenza dell’hacker

A T T E N Z I O N E ! Questo post ha piu' di sei mesi. Le informazioni contenute potrebbero non essere aggiornate.


Amit Singh
ha installato UNIX v5 su un Game Boy Advance.
Qui trovate tutti i particolari sul gbaunix. Ci sono anche parecchi screenshot.
Naturalmente manca la tastiera; i comandi da impartire vengono inseriti in un file specificato al momento della compilazione e vengono eseguiti uno alla volta, alla pressione del tasto Start.
Amit Singh ha messo su di una cartuccia un’immagine disco di UNIX v5 e una versione modificata di SIMH, un emulatore di PDP-11.

Sono state installate anche altre versioni di *NIX , ma le difficoltà aumentano al crescere delle richieste di sistema, fino a rendere impossibile l’operazione.
Nell’articolo si trovano alcune schermate dell’installazione di BSD 2.9.

L’utilità della cosa è pressoché nulla, ma il gesto, la sperimentazione, la volontà di capire a fondo come funzionano le cose e l’eleganza della soluzione, giustificano il progetto, esemplificando benissimo lo spirito dell’hacker.

P.S. Fa sorridere pensare che un PDP-11 possa essere emulato da un aggeggino del genere.

(Via Slashdot)

4 risposte su “La quintessenza dell’hacker”

  1. non impossibile che l’emulatore sia pi veloce del PDP-11 originale.
    Per il resto, io ricordo il PDP-11/34 che avevamo all’universit: quando ci raddoppiarono la RAM da 128 a 256 KW (word, non watt – una word sono due byte) gioimmo a lungo.

I commenti sono chiusi