Andrea Beggi

The dream was always running ahead of me. To catch up, to live for a moment in unison with it, that was the miracle.

iBook, prime impressioni

A T T E N Z I O N E ! Questo post ha piu' di sei mesi. Le informazioni contenute potrebbero non essere aggiornate.

Ok, mi è arrivato l’iBook. Ho scelto il modello a 12″, con 1 Gb RAM e disco da 80 Gb. Ho deciso di prenderlo ora poichè non voglio l’ennesimo portatile con processore Intel. Mai avuto Apple, prima, e volevo avere una macchina classica e collaudata.
E’ stato ordinato e pagato con bonifico online la sera del 28 novembre, e la merce consegnata la mattina del 15 dicembre. Tenetelo presente: i 5/7 giorni lavorativi che Apple dichiara sono conteggiati a partire dal momento in cui il materiale esce dalla catena di assemblaggio. Il portatile arriva da Shangai, la borsa dall’Olanda.
L’imballo del computer è molto curato, e si sente l’intenzione di Apple di rendere piacevole l’utilizzo della macchina sino dall’apertura della scatola.
La parte esterna del portatile è rifinita molto bene e l’assemblaggio delle parti è al livello dei migliori portatili che io abbia maneggiato (e ne vedo tanti, fidatevi). Tutto il design è molto “pulito” e sobrio, e la disposizione dei connettori è molto ordinata.
Una cosa che mi piace meno è il trattamento della plastica interna, nella parte dove si appoggiano i polsi per digitare: è troppo ruvida e da l’impressione di finitura econimica. La suferficie del trackpad è decisamente troppo ruvida, e rende quasi fastidioso l’utilizzo. Molti notebook wintel sono equipaggiati con unitò più piacevoli da usare.
Il bianco accecante è molto bello, ma temo che a lungo andare lo sporco sarà sempre più difficile da pulire, specie nelle parti ruvide.
Malgrado quello che ho letto, il portatile scalda parecchio, ed il calore nella parte sinistra, sotto il polso, non è piacevole. Il disco fisso è abbastanza rumoroso durante il funzionamento e la meccanica DVD/CDW emette rumori sconcertanti al caricamento e all’espulsione del disco; in compenso non si sente alcun rumore di ventola. (In realtà non so neppure se ce ne sono…).
La qualità dell’LCD mi pare buona, a volte i caratteri sono troppo piccoli, ma è comprensibile vista la risoluzione di 1024×768 su un 12 pollici.
La durata della batteria è più che soddisfacente, spero che le prestazioni durino nel tempo.
Per il momento sono abbastanza disorientato dall’interfaccia di OS X, ma di quello parlerò più avanti. Sono sconcertato dalla mancanza del tasto CANC.
La documentazione è assolutamente insufficiente, ed anche la guida in linea non brilla per efficacia. Non capisco come possa fare un utente che si avvicina al computer per la prima volta: non c’è una guida introduttiva operativa, ma solo un opuscoletto semipubblicitario sulle rutilanti funzioni del sistema operativo.
In sintesi la qualità dell’oggetto mi sembra generalmente elevata, ci sarebbero alcune cose migliorabili, ma mi sembra in ogni caso ai livelli dei migliori Toshiba, tanto per fare un nome.
“Stay tuned” per valutazioni sul sistema operativo.

Update: Grazie ai commentatori ho capito che il carattere a destra del cursore si cancella tramite fn+backspace.

31 Commenti

Pinellus | #

Wow. Augurissimi.
Mi incuriosisce avere un tuo parere sui font a video.
Ti sembrano nitidi e leggibili come quelli di Windows?

Ce | #

Benvenuto nel mondo Mac! In basso a sinistra sulla tastiera del tuo iBook hai il tasto fn. Usalo assieme al tasto Delete per simulare il tasto Canc. Freccia destra e sinistra assieme a fn simulano Home e End, fraccia in alto e in basso assieme a fn simulano Page Up e Page Down. Mela-Shift-3 fa uno screenshot allo schermo, Mela-Shift-4 ad una porzione dello schermo, Mela-Shift-4 e barra spaziatrice alla finestra in primo piano.

🙂

Tambu | #

Ce: un vero capolavoro di usabilit, quindi 😀

Ce | #

Tambu: si, decisamente 🙂 Ci metti due giorni ad imparare e poi le mani vanno da sole sulla tastiera. Inorridisco di fronte agli utenti ‘tasto destro-copia-tasto destro-incolla’ quando io trascino o al massimo faccio Mela-C Mela-V. Gli shortcut da tastiera ed il drag and drop estremo sono la ragione principale per cui il tasto destro su OS X non e’ fondamentale come su Windows. A proposito Andrea: ctrl-click simula il tasto destro.

Andrea | #

Ce: dove trovo un elenco di shortcut? E cosa diavolo il tasto “^”?

Andrea | #

No, aspetta, intendo: quando la scorciatoia ^(mela)Z che tasti devo premere?

Ce | #

Hai un link che descrive quello shortcut? Mela-Z corrisponde a Undo, Annulla in italiano, ma scritto cosi non ha senso.

Stefano | #

Gli inizi non brilano mai: prenditi due settimane per imparare le basi e poi lo vedrai far miracoli!

P.S. In iTunes, il tasto spazio funziona come play/pausa e le combinazioni: “Mela + frecce” (Sx e Dx) ti consentono di passare da una traccia all’altra senza inutili clic del mouse.

kOoLiNuS | #

1) complimenti x l’acquisto

2) prova a pulirlo sempre con un panno in microfibra della vileda o altra marca, appena appena inumidito.

3) aspetto ulteriori post al riguardo con ansia 😀

4) il manuale dei trucchi e segreti e’ un accessorio a parte, ma il web e’ pieno …. se sai dove cercare …

Giorgio Zarrelli | #

Io sto meditando di prendere fra qualche mese un Mac mini, come macchina desktop per scrivere e navigare. Mi intriga, basta che non si riveli un mattone arrancante…

Gatto Nero | #

Quindi dite che ho fatto male, a decidere di aspettare l’arrivo dei Macintel?

Michele | #

Non ti preoccupare, il primo impatto drammatico ma con il tempo lo apprezzerai 😉

Barbara | #

Accidenti hai fatto il grande passo !! Sempre tentata da Mac ma resto fedele ai PC … ormai sono troppo abituata programmi etc etc mi ci sono voluti anni per diventare una smanettona del PC … ripartire da zero troppa fatica 😉

PS esteticamente sono magnifici i prodotti Apple

Bruno | #

anch’io sono passato a un powerbook 12′ da ago 05, e mi trovo benone, pur usando ancora win.
Una cosa curiosa che non riesco a trovare il modo di convertire, con itunes per mac, da wav o wma a mp3, mentre itunes per win lo fa senza problemi.
Questione riscaldamento e rumore: lascio acceso e collegato per settimane a fianco al letto senza accorgermene minimamente, lavoro con il mac appoggiato sulle gambe senza problemi e si raffredda in breve tempo, cose impensabili con il mio altro portatile Asus (anche lui modello recente, con caratteristiche abb. simili ma con prestazioni inferiori!)
Unico accorgimento che uso per riordinare memorie Diskwarrior che mi ha consigliato un amico informatico e che uso una volta al mese (ma ho amici con mac che non hanno mai fatto nessuna manutenzione da anni e non ne sentono nessun bisogno). Ops tardissimo. buonanotte e buona scoperta del mac!

Bruno | #

Ah dimenticavo: Firefox 1.5 gira benissimo su Mac ed ha parecchie funzioni. au revoir.

Mauro | #

Bruno scrive: anchio sono passato a un powerbook 12′[..]

Penso che i problemi di riscaldamento siano dovuti al fatto che Andrea non ha preso un powerbook, ma un iBook… e la differenza si nota (non solo nel prezzo).

macbirra | #

il tuo prossimo step di installare una copia di sicurezza di osx e tutte la apps sull’iPod e fare boot da iPod (1394 only, no usb).

Ricordati che la parte sopra (appogiapolsi) piuttosto “porosa”, per cui “inevitabilmente” arriverai ad un punto in cui non si riesce pi a pulire, una delle feature dell’iBook…

I caratteri sul desctop, come le icone, si possono ingrandire o diminuire a piacere, e questo a TOTALE differenza di quell’altro affare + comune. Tutte le icone sono native a 128×128, dal finder fai mela-J oppure view -> show view options e scegli icon size, text size, label position eccetera, e il bello che le impostazione le puoi personalizzare per il desktop e per ogni finestra in modo indipendente.

purtroppo, l’unico problema che vedo nell’ibook da 12″ la mancanza di uno slot PCMCIA, la scheda umts di vodafone, va che una bellezza.

Come tutte le macchina a base “X” anche darwin utilizza per la sua manutenzione i files /etc/daily, /etc/weekly, /etc/montly, sai meglio di me che unix stato progettato per stare sempre acceso… Tiger progettato in modo che gli script di manutenzione di osx girino di notte, tipicamente tra le due e le tre. Puoi usare crontab per modificare le ore oppure per creare uno script che ti permatta di lanciarle quando hai necessit. Esiste un’applicazione molto comune (Onyx), naturalmente FREE, che fa tutto questo (e molto altro, pulizia cahes, logfiles, rm core, etc).

CIAO e buona notte

fullo | #

finalmente un’altra persona che non descrive un mac come “il prodotto definitivo” 🙂

aspetto di sentire le tue opinioni dopo un lungo utilizzo (magari in fase produttiva)

ciuaz

chiara | #

cacchio non ho resistito… c’ un nuovo bambino sulla mia scrivania ed il fratellino del tuo O.o

Andrea | #

Chiara! L’hai comprato in un negozio, allora… Complimenti!

pannasmontata | #

Non ti preoccupare per lo sporco, molto pi resistente alle schifezze di quello che il suo candore lascia pensare 😉
inoltre come batteria, se usata con criterio, ottima!
Il mio ibook 12″ comprato aveva 4 ore e mezza di durata, dopo un anno e mezzo non ha perso mezzo minuto di autonomia…fidati, una piccola roccia 😉
(ora sono passata al powerbook 15″ … che dire .. apple non smette ma di stupire!)

Daniele | #

Farai pratica con i mela + qualcosa….
Ne ho toccati 3 o quattro, mi meraviglia che nei mac book pro ci sia un enorme spazio a destra ed a sinstra della tastiera e non vi sia il tastierino numerico. La tastiera di serie dell’aimec ( iMac ) fa sorridere. Vero è che l’utente eppol usa poco la tastiera e se non ha il mouse collassa.( anzi la l’aifiilmaus da 70 euri ).
Per l’acquisto attendo il tastierino numerico.