Andrea Beggi

Noi non contiamo e siamo destinati a passare. La nostra arte, invece, rimane.

Assemblea degli azionisti

A T T E N Z I O N E ! Questo post ha piu' di sei mesi. Le informazioni contenute potrebbero non essere aggiornate.

Oggi ho presidiato una riunione degli azionisti di una azienda abbastanza grande. Per me, non addetto ai lavori, è stata un’esperienza strana.
Si tratta di riunioni annuali durante le quali gli azionisti, o i loro delegati, approvano il bilancio dell’anno precedente, fanno domande, e se occorre procedono alla nomina del nuovo consiglio di amministrazione. Il tutto è preceduto dalla relazione dell’amministratore delegato che illustra e riassume l’andamento dell’azienda durante l’ultimo anno.
L’atmosfera è curiosa: da un lato è tutto molto formale, nessuno parla a braccio, tutti leggono, perfino gli azionisti quando fanno le domande. Le domande stesse sono introdotte da commenti e valutazioni perfettamente inutili e non sono affatto polemiche, almeno in questa riunione.
Dall’altra tutti sembrano conoscersi da una vita, si danno del tu, parlottano prendendosi a braccetto, si baciano.
Capisco perfettamente che è un atto formale importante (serve anche a giustificare l’onnipresente notaio che verbalizza anche le mosche che volano), ma il succo di due ore di assemblea sarebbe facilmente condensabile in un paio di email.
A parte le votazioni, che si svolgono per alzata di mano come a scuola. Solo l’elezione del consiglio di amministrazione è a scrutinio segreto, ma tanto c’è stata solo la proposta di riconfermare il consiglio uscente.
Il tutto mi ha lasciato perplesso. L’unica mozione non approvata all’unanimità è stata “guastata” da un giovane delegato pericolosamente non conforme all’aspetto completamente omologato del resto della platea: capelli lunghi raccolti sulla nuca. (Per il resto, un vestito formale).
Tra l’altro ha rifiutato di spiegare il motivi del suo voto contrario e da quel momento è stato osservato come una mosca spiaccicata sul parabrezza.
E’ stata comunque un’esperienza interessante.
Dal punto di vista tecnico, nulla da segnalare.

3 Commenti

Godai7 | #

Come in politica..solo che i signori nelle camere devono fare un poco di pantomima….

GattoVI | #

Giusto ieri sera ho visto un documentario dedicato al caso Enron. Una cosa spaventosa: dietro a queste riunioni con gli azionisti, si celano veri drammi, finzioni e congiure di palazzo.

MezzoMondo | #

Ora che ci penso anche il contenuto di una messa sarebbe facilmente condensabile in una email, eppure tutta quella gente che sta lì a cantare e su in piedi e giù in ginocchio e i paramenti e l’incenso…