Categorie
Blog

Cronache da una pandemia, S01E04

A T T E N Z I O N E ! Questo post ha piu' di sei mesi. Le informazioni contenute potrebbero non essere aggiornate.

Oggi è lunedì, giornata normale di lavoro con telefonate, conf call, redazione documenti: solite cose; solo che è quasi una settimana che sono a casa e ormai ho il culo a forma di divano. Con la scusa che ci vedo poco continuo a utilizzare il 49 pollici come schermo secondario, ed è un bel lavorare; aggiungiamoci che sono svaccato sul divano con i piedi sul tavolino ed il quadro del Lavoratore Pigro© è completo.

Sono stato occupato tutta la mattina, ho pranzato velocemente poi di nuovo al lavoro fino a metà giornata, alla pausa caffè. In un impeto di avventura sono uscito a buttare la rumenta sotto un cielo fantastico, di quelli che Genova ti regala improvvisamente a primavera. Qualche telefonata ha poi chiuso lentamente la giornata lavorativa.

Ormai è chiaro fino a tardi e stare a casa mi fa venire voglia di far cose: nel tardo pomeriggio ho cominciato a fare un piccolo banco da lavoro senza averlo deciso prima, senza fare un progetto, senza neppure guardare un tutorial su YouTube: avevo del materiale, delle viti, delle staffe, un avvitatore e non ho avuto paura di usarli.

Conoscete la storiella del tipo che ha un tavolo con una gamba che balla e comincia a tagliare del pezzettini da ognuna per cercare di rimediare e poi si ritrova con un tavolo alto 20 cm? Sono su quella strada lì, ma per fortuna mi sono fermato in tempo; faccio mente locale e domani cerco una strategia migliore, magari uso la pialla. Mi manca ancora qualcosa per stabilizzare un po’ e sto pensando di mettere delle croci di filo di ferro in tensione che irrigidiscano la struttura: praticamente Renzo Piano mi fa un baffo.

Non devo neppure faticare per seguire l’andamento della pandemia perché Nives è costantemente aggiornata da fonti ufficiali e ufficiose e lungo il corso della giornata mi tiene informato, specie in relazione alla logistica ospedaliera, che è in grande affanno.

Sto aspettando una brutta giornata per fare due passi con il cane sui sentieri qui dietro, vediamo come va. Per oggi è tutto, a domani se mi ricordo di scrivere.

Una risposta su “Cronache da una pandemia, S01E04”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.