Hello, is there anybody in there?

La corsa è una passione degli ultimi anni che sembra destinata a rimanere un po’ nella mia vita. Qui sopra ho sempre scritto delle mie passioni senza troppi filtri, ma per qualche ragione in questo caso è stato diverso. Non so perché sia successo, forse perché temo venga catalogata come rincoglionimento presenile (cit.), forse perché ho paura di annoiare chi non è interessato, non lo so. Quello che è successo, e succede, è che una cosa importante della mia vita ha troppo poco spazio qui sopra. Anche se scrivo molto meno, tengo sempre molto a questo blog: è comunque una parte di me, e ho deciso che da oggi vi troverà spazio anche la corsa. Continua a leggere

Ginger

E’ esattamente come con i figli: il mondo è diviso tra “Non puoi capire se non ne hai!” e “Che sarà mai? Questi si son bevuti il cervello!”. Parlo degli animali domestici, e io faccio parte della prima schiera.
Per non parlare delle opinioni completamente soggettive spacciate come fatti incontrovertibili: “Il cane è il miglior animale domestico!” – “I cani migliori sono i Golden Retriever!” “Il miglior Golden Retriever è il mio!”. Una qualsiasi di queste frasi, buttata lì nel contesto adatto, è in grado di scatenare una guerra di religione tra opposte visioni della vita zoofila. Incidentalmente queste sono le mie convinzioni, e so anche che, se avete un animale domestico, vi state già innervosendo. Continua a leggere

From achievement comes motivation

Se cinque anni fa mi avessero detto che avrei fatto quello che ho fatto oggi, avrei liquidato l’affermazione con una risata. Ho battuto l’avversario più crudele e spietato, quello che conosce a menadito le mie debolezze e non si fa problemi a giocare sporco. Non è mai tardi per cambiare e trovare nuove sfide.

Ravatto

Dal 2001 possiedo un ravatto(*) esattamente uguale a quello che vedete nell’immagine: si tratta di un Kymco Movie 150 XL. L’avevo comprato forte delle seguenti motivazioni: “Ha la pedana piatta: ci posso portare i cestelli d’acqua”, e “E’ molto brutto, quindi non me lo ruberanno”. Non so quanti chilometri abbia, l’indicatore si è fermato a 35.000 qualche anno fa e non l’ho mai fatto riparare. Brucia olio, e le rarissime volte che passo dal meccanico per farne mettere un po’ mi sento sempre ripetere: “Non capisco come faccia questo motore a non fondere: è completamente senza olio”. Io lo so che non c’è olio. Lo so perché quando l’olio c’è, e io metto in moto, il ravatto, qui, sprigiona una nube tossica che affumica i dintorni; non vedo l’ora che l’olio finisca così la smette. Poi mi vengono le paturnie, rabbocco, e per qualche settimana ricominciano i suffumigi. Continua a leggere

Presentazione di Android Ice Cream Sandwich

Avevo un’oretta e ho guardato il keynote di Google per la presentazione di Nexus e di Ice Cream Sandwich, la nuova versione di Android. Avrei un bel po’ di mugugni da fare, ma non nel merito dei prodotti, che mi sembrano ottimi, quanto per le modalità di presentazione. Ne tralascio la maggior parte perché mi annoio da solo, figuriamoci voi a leggermi; ma un paio di cose le vorrei dire.

Le riprese: roba da genitori videoamatori alla recita dell’asilo. Ma è il modo? Questi sono sfondati di fantastiliardi e non hanno un posto meno claustrofobico e una regia decente per riprendere un evento del genere? E il maxischermo? Ripreso da lontano, con poca profondità di campo e i pixelloni, questo è quello che si vede in 720pHD a pieno schermo. Fare una prova prima sembrava brutto. Continua a leggere