Sechiuriti

A T T E N Z I O N E ! Questo post ha piu' di sei mesi. Le informazioni contenute potrebbero non essere aggiornate.

Oggi, mentre stavo installando un portatile presso un cliente, mi accorgo di essere sotto copertura wireless; un paio di click e scopro che qualcuno, nelle vicinanze, ha installato un access point moooolto amichevole. Di più: sono stati così gentili da fornirmi anche un DHCP, così non devo neppure faticare per trovare l’indirizzo IP.
Non resisto, armato del mio fidato port scanner do un’occhiatina a tutta la subnet, cercando subito il pesce grosso: la porta 139/TCP. E la trovo!
Hanno anche deciso di condividere una cartella in rete. Password? Cos’è la passuord?
Signori e signore, ecco a voi una cartella documenti condivisa in lettura/scrittura con il mondo intero! Ma che gentili!
Un simpatico effetto collaterale è la connessione a Fa$tweb in fibra, la cui banda questi benefattori elargiscono a piene mani.
Da un rapido controllo sui citifoni scopro che il generoso studio legale è due piani sopra l’ufficio dove mi trovo. Non sarò mai un loro cliente.
Sto ancora pensando se avvertirli o no. Secondo voi lo dovrei fare?

22 pensieri riguardo “Sechiuriti

  1. Ihihihih… quanto ‘me piacciono ‘ste cose… 😀
    Purtroppo l’INsecurity una pratica comune, dovuta ad ignoranza, pi che ad altro.
    Scenario probabile: sti tizi avranno comprato un portatile Centrino o comunque wireless, gli avranno detto che per creare una rete bastava comprare un’access point, l’avranno comprato ed acceso e… e rete fu! 😉
    Che poi magari tutto il palazzo gli succhi la banda per scaricare film o si legga i loro documenti riservati… chissenefrega! 😀

  2. Allora, prima di tutto, cancellerei questo post, poi andrei da loro e gli direi che il portatile ha captato il segnale e che quindi hai scoperto che la loro rete non protetta. Mica eri l per introdurti nella loro rete, eri l per un’assistenza al tuo cliente. Ad ogni modo tienici aggiornati.

  3. Vai l, chiedi del boss e digli esattamente quello che successo. Cio che per sbaglio mentre installavi un portatile, ti sei accorto della cartella documenti condivisa. Poi offriti di risolvere il problema, gratuitamente e consiglia loro di citare per danni chi gli ha installato l’ambaradan. Ti saranno riconoscenti e magari avrai un nuovo cliente.

  4. La questione pi sottile, l’installatore potrebbe dire che c’ stata un’intrusione, o magari se lo sono installati da soli il router wifi e non vogliono ammettere il fatto. Tecnicamente li si potrebbe denunciare per violazione della privacy (non stiamo parlando del banale numero di cellulare o dell’indirizzo di qualcuno) e avvertire l’ordine degli avvocati perche’ prendano (pesanti) misure contro di loro.
    L’individuazione di un “terzo” che introduca Andrea e il problema rimane secondo me una soluzione migliore SE Andrea vuole fare la cosa pi etica.

  5. Andrea, amichevolmente, fatti i fatti tuoi.

    Se gli dici qualcosa, ci sta che pensino che tu ci abbia “provato”…

    lassa perde, chi si fa i fatti propri… ecc.ecc.ecc.ecc.

    Anzi, stacca la connessione del tuo cliente e fagli usare la wi-fi aperta del vicino!

    lol
    ciao
    Edo

  6. Hai presente il film Il monello di Charles Chaplin
    dove il ragazzino spacca il vetro e poi passa distrattamente Chaplin che ripara appunto vetri?

    Io mi occupo, anche, di commerciale nel settore informatico, se vuoi mi occupo della faccenda, e poi mi dai le provvigioni.

  7. pensa e ripensa… ma questo posto sta in una nota via cittadina? via a…? ci sono un po’ di cose che coincidono con lo studio di un avvocato che conosco e che l’associato di un De…, ma ci sono tanti De 🙂
    forse ho le visioni 😀

I commenti sono chiusi