Aggiornamento WordPress 2.7.1, un po’ di statistiche

A T T E N Z I O N E ! Questo post ha piu' di sei mesi. Le informazioni contenute potrebbero non essere aggiornate.

La penultima versione di WordPress è la prima in cui è stato possibile utilizzare la funzione di aggiornamento automatico. Gestisco un po’ di blog di amici che posso usare come piccolo campione statistico per farmi un’idea sulla affidabilità della procedura automatica.

Su 30 blog aggiornati il giochino ha funzionato 28 volte, ma ci sono delle differenze a seconda dell’hosting che ospita il blog.

Quello che mi ha dato meno problemi è sicuramente TopHost, l’aggiornamento funziona bene e il processo è molto veloce. Non è necessaria alcuna procedura preliminare.

Su Aruba le cose vanno benino, a patto di fare una modifica preventiva al file wp-config.php. In particolare vanno aggiunte queste due righe:

define('FS_CHMOD_FILE',0755);
define('FS_CHMOD_DIR',0755);

(fonte)

Se ci si dimentica, e a me è successo in un caso, il blog non funziona più e viene restituito un “Error 500”. E’ sufficiente rimettere a posto i permessi dei file, che devono essere 755;  si può usare sia FileZilla che il pannello di controllo di Aruba, che ha la funzione apposita.

Su Webperte è necessario impostare i permessi della directory wp-content e relative sottodirectory e file a 777, se non lo fate verrà creata una wp-content/upgrade con un proprietario diverso dall’utente FTP, e sarà necessario rimuoverla tramite il file manager del pannello di controllo di Webperte. Il processo è molto lungo, ed in alcuni casi non segnala il successo dell’operazione, ma restituisce una laconica pagina bianca. Sospetto che i due insuccessi che ho registrato siano dovuti alla mia impazienza. In alcuni casi l’aggiornamento ha impiegato anche 4/5 minuti. Magari è una mia impressione sbagliata, ma mi è sembrato che una visita alla dashboard durante l’aggiornamento (nuova tab!)  “stimoli” la conclusione del processo.

C’è da dire che questo primo “live update” non tocca il database, quindi è molto meno critico, secondo me. Non mi stupirei che fosse una mossa premeditata dal team di sviluppo, tanto per tastare il terreno.

Non ho trovato differenze tra le versioni inglese e italiana.

In tutto questo, non dimenticate di fare sempre un backup del database prima di aggiornare.  In questo caso particolare basta fare un Export, tanto per sicurezza, ma nel caso di aggiornamenti che tocchino la struttura del database, è sempre meglio fare più backup del db con metodi diversi, e salvare tutti i file via FTP.

In conclusione il bilancio è positivo. Il risparmio di tempo c’è, ma non è poi così grande, visto che il backup va fatto comunque; si risparma il tempo di cancellare i vecchi file e uploadare i nuovi. Ci vuole veramente poco per perfezionare la procedura: un sistema di esportazione del db e di copia dei files da sostituire non mi sembrano particolarmente difficili da realizzare e auspico vengano introdotti in futuro.

32 pensieri riguardo “Aggiornamento WordPress 2.7.1, un po’ di statistiche

  1. Io ricorderei anche di disattivare tutti i plugin prima di procedere all’aggiornamento, dopo il backup. 😉
    Ne ho aggiornati una decina e più o meno mi trovo d’accordo con te (anche se nei miei non c’è tophost e in compenso c’è Dreamhost).

  2. Confermo, su tophost tutto liscio come l’olio 😉 Ne ho anche uno su Media Temple per un cliente, ed il passaggio è stato indolore anche in quel caso, se a qualcuno interessa. Riguardo alla semplificazione della procedura, va bene che va fatto comunque il backup, ma per i non esperti, è davvero un sollievo poter semplicemente premere un pulsante e ritrovarsi magicamente con WordPress aggiornato 😉 E per me sono tanti mal di testa in meno a fare assistenza a queste persone!

  3. La disattivazione manuale dei plugin è utile in quei blog che hanno molti plugin e poca memoria perchè abbiamo notato in alcuni casi errori di memory limit risolti disattivando prima i plugin.
    Per il discorso backup Matt ha risposto a Milano dicendo di no e motivandolo con i limiti imposti dai vari shared hosting.
    Il backup dovrebbe essere gestito in altri modi.

  4. e questo errore l’hai mai visto ?

    Warning: ftp_rawlist() [function.ftp-rawlist]: open_basedir restriction in effect. File(/tmp) is not within the allowed path(s): (/var/www/virtual/xxxxxxxxxx.it/:/usr/share/php/:/tmp/) in /var/www/virtual/xxxxxxxxxx.it/htdocs/wordpress/wp-admin/includes/class-wp-filesystem-ftpext.php on line 203

    Warning: ftp_rawlist() [function.ftp-rawlist]: Unable to create temporary file. Check permissions in temporary files directory. in /var/www/virtual/xxxxxxxxxx.it/htdocs/wordpress/wp-admin/includes/class-wp-filesystem-ftpext.php on line 203

    Impossibile trovare la directory di WordPress.

    Installazione fallita

    😀

  5. Il mio collaboratore per sbaglio ha eseguito l’aggiornamento alla 2.7.1 ora ovviamente classico errore 500 internal server error. Avendo aruba, ho anche un backup giornaliero e uno settimanale. Cosa posso fare per farlo ritornare online? ho gia sentito anche i tipi di aruba al piu presto mi dovrebbero far sapere qualcosa, me se nel fratt risolvo da solo, tanto meglio. Grazie!

  6. A chi potesse interessare, aruba mi ha subito risolto il problema. Ora pero vorrei aggiornare alla 2.7.1, dove devo andare ad inserire queste due stringhe di codice esattamente nel file wp-config.php? grazie a tutti quanti mi risponderanno!

  7. Segnalo inoltre che su Tophost, se si verifica un errore durante la scompattazione dei file di aggiornamento di WordPress è probabile che stiate terminando lo spazio a disposizione.

    Mi sembrava di essere l’unico ad aver problemi…

  8. scusa se ne appproffito, uso aruba e d ho aggiornato con conseguente errore internal.

    le stringhe che dici in che punto del file config vanno inserite?

  9. Non ci sono più le mezze stagioni!
    Scusate, ma volevo dire qualcosa anche io, solo che il mio contributo non può andare oltre a questo 🙂

  10. Salve a tutti, con tophost tutto liscio…(dopo aver disabilitato tutti i plugin ed inserito il tema di default)
    C’è da dire che tophost per il prezzo che offre fornisce un ottimo servizio.

  11. Su ghost non riesco a fare nessun aggiornamento…. dice che non trova la directory, permessi sono su 775 e non me lo cambiare. Qualche idea? Grazie, abel23

  12. Su virtual server aruba prima l’aggiornamento funzionava, ora mi chiede dati per l’autenticazione (e non capisco se sono quelli del server web oppure sono del repository dei plugin) e qualsiasi cosa inserisca la procedura fallisce.

    Qualche idea?

I commenti sono chiusi